Lavorare in regola conviene - Colf e badanti

Sidebar

30
Gio, Mar

Lavorare in regola conviene

Essere assunti con un contratto regolare conviene non solo se il tuo progetto di vita è rimanere in Italia, ma anche se sei straniero e pensi di tornare un giorno nel tuo Paese.

Se sei regolarmente assunto, avrai uno stipendio minimo garantito per legge e le tue condizioni di lavoro saranno in linea con gli standard di salute e sicurezza previsti dalla legge.

Inoltre, se sei assunto, il tuo datore di lavoro ti verserà regolarmente i contributi e potrai quindi godere delle prestazioni previdenziali e assistenziali previste dalla legge italiana.

Se sei straniero, hai la possibilità di chiedere la liquidazione dei contributi versati se dimostri di lasciare definitivamente l’Italia, indipendentemente dagli accordi di reciprocità tra i Paesi. In alternativa, puoi scegliere di conservare i diritti previdenziali e di sicurezza sociale maturati, così, se decidi di ritornare in Italia, sarà possibile ricostruire la tua posizione contributiva.

 

Cosa devo fare per essere messa in regola?

Se il tuo datore di lavoro ti ha assunto in nero, lo puoi denunciare.

Solo così potrai avere accesso alle prestazioni Inps (pensione, assicurazioni, liquidazione, assegno di disoccupazione, assegni famigliari...) cui avresti avuto diritto se ti avessero pagato i contributi.

Rivolgiti direttamente ai Patronati per ricevere assistenza gratuita o ad un avvocato specializzato in diritto del lavoro. Questi invieranno una lettera al datore di lavoro nella quale faranno una richiesta di conciliazione bonaria in cui chiederanno una certa somma come risarcimento per il danno subito.

Se il datore di lavoro non si presenta alla conciliazione, la causa passa alle autorità giudiziarie. Il processo può durare 1 o 2 anni.