Il periodo di prova - Colf e badanti

Sidebar

19
Gio, Set

Periodo di prova

babysitter dreamstime 26258873I lavoratori domestici sono soggetti ad un periodo di prova, regolarmente retribuito, predefinito per legge.


Durante il periodo di prova, ciascuna delle parti ha la facoltà di recedere dal contratto senza obbligo di preavviso, salvo il diritto del lavoratore al pagamento della retribuzione maturata e delle eventuali compensi per lavoro straordinario corrispondenti al lavoro prestato.

Il lavoratore in prova è infatti parificato a tutti gli effetti ai lavoratori assunti in via definitiva e deve essere regolarmente retribuito.

Se al termine del periodo di prova il lavoratore non ha ricevuto alcuna disdetta, l’assunzione è confermata. Il servizio prestato durante il periodo di prova va calcolato ai fini dell’anzianità di servizio.

La durata del periodo di prova è legato alla categoria di inquadramento del lavoratore:

  • livelli D e D super: 30 giorni di lavoro effettivo
  • tutti gli altri lavoratori domestici: 8 giorni di lavoro effettivo

I giorni da conteggiare sono quelli di lavoro effettivo. Pertanto sono da escludersi dal conteggio i giorni di festività, permessi, malattia.

Il patto di prova può anche essere verbale, ma dovrà essere redatto per iscritto se limita la durata della prova rispetto ai termini fissati dalla legge o ne esclude totalmente l’applicazione.

Le parti non possono stabilire un periodo di prova di durata superiore a quella stabilita dalla legge.