Astensione anticipata dal lavoro - Colf e badanti

Sidebar

16
Lun, Set

Astensione anticipata dal lavoro

La lavoratrice in gravidanza può richiedere l'astensione anticipata dal lavoro in caso di problemi legati alla gravidanza o in caso di rischio lavorativo.

Nel caso di problemi legati alla gravidanza:

Nel caso di gravi complicanze della gravidanza o di malattie preesistenti che potrebbero essere aggravate dallo stato di gravidanza, la richiesta per l'astensione anticipata dal lavoro deve essere fatta al proprio ginecologo il quale certifica la richiesta di astensione anticipata dal lavoro, specificandone i motivi.

Il certificato deve essere inviato al Servizio di Medicina Legale dell'Ulss di residenza accompagnato da un modulo di richiesta debitamente compilato.

Il modulo si può reperire, oltre che presso il Servizio di Medicina Legale, anche presso gli ambulatori di Medicina Pubblica del proprio Distretto Socio Sanitario.

Il Servizio di Medicina legale predispone poi il provvedimento di interdizione dal lavoro e lo invia all'INPS, al Datore di Lavoro e alla lavoratrice.

Nel caso di lavoro a rischio:

Nel caso di condizioni di rischio lavorativo, qualora non fosse possibile cambiare le mansioni della lavoratrice, la richiesta per l'astensione anticipata dal lavoro deve essere fatta al proprio ginecologo o al proprio medico di medicina generale, richiedendo un certificato che attesti la gravidanza in corso. Tale certificato deve contenere le seguenti informazioni:

  • dati anagrafici della lavoratrice;
  • settimana di gestazione;
  • data ultima mestruazione;
  • data presunta del parto.

Il certificato va consegnato al datore di lavoro il quale dovrà procedere al cambio di mansione, qualora siano state individuate mansioni compatibili. Il datore di lavoro deve inviare comunicazione scritta di tale cambio alla Direzione Territoriale del Lavoro (DTL) competente per territorio.

Qualora il cambio di mansione non fosse possibile, il datore di lavoro dovrà avviare la procedura di astensione anticipata dal lavoro dandone comunicazione scritta alla DTL, compilando un modulo di richiesta e allegando il certificato di gravidanza della lavoratrice.