Permessi per visite o esami prenatali - Colf e badanti

Sidebar

16
Lun, Set

Permessi per visite mediche o esami specialistici

Durante la gravidanza, tutte le collaboratrici domestiche, a prescindere dal tipo e dalla durata del contratto, hanno diritto a permessi retribuiti per l'effettuazione di esami prenatali, accertamenti clinici o visite mediche specialistiche documentati, purché coincidenti anche parzialmente con l'orario di lavoro.

Per "prenatali" si intendono le visite o esami richiesti per monitorare la salute della madre durante la gravidanza, e lo stato di salute e di sviluppo del bambino.

Durante tali permessi, la lavoratrice percepirà la normale paga oraria.

Per fruire di questi permessi, la lavoratrice dovrà farne richiesta al datore di lavoro, presentando dei documenti che attestino data e ora delle visite.

Un datore di lavoro non può rifiutare di concedere un permessi per una visita o esame prenatale e la dipendente non deve prendere appuntamento fuori dall'orario di lavoro. Tuttavia, nel caso di lavoro ad ore, è ragionevole provare ad organizzare gli appuntamenti in modo compatibile con l'orario di lavoro.