Entro il 10 gennaio si pagano i contributi per i lavoratori domestici - Colf e badanti

Sidebar

19
Gio, Ott

News

I datori di lavoro devono fare il versamento per ottobre, novembre e dicembre 2016. Ecco come calcolare gli importi

 

Roma - 4 gennaio 2017 - Primo appuntamento dell'anno con i contributi dei lavoratori domestici

Entro martedì 10 gennaio i datori di lavoro dovranno versare all'Inps la rata relativa al trimestre novembre-dicembre 2016, anticipando anche la quota a carico della colf, della badante o della babysitter, che poi potrà essere trattenuta dalla retribuzione.

Possono scegliere uno dei tanti canali disponibili. Il versameto può essere fatto via internet, attraverso il sito www.inps.it; per telefono, chiamando il contact center 803164 e utilizzando la carta di credito; con il bollettino MAV inviato dall’inps o generato attraverso il suo sito; nelle tabaccherie abilitate, nelle banche e negli uffici postali del circuito Reti Amiche.

L’importo varia in base alla retribuzione, ma per i rapporti superiori alle 24 ore settimanali diventa forfettario. Inoltre, per i rapporti di lavoro a tempo determinato, a meno che non siano giustificati dalla sostituzione di lavoratori assenti (ferie, malattia, maternità), i contributi da versare sono maggiori. Ecco tutti gli importi.

ATTENZIONE: Oltre ai contributi INPS, il datore di lavoro è tenuto a versare anche il Contributo di assistenza contrattuale (Codice F2) per la Cassa Colf. L'importo per il 2016, per i rapporto di lavoro a tempo determinato e indeterminato, indipendentemente da retribuzione e orario, è di € 0,03 (di cui € 0,01 carico del lavoratore) per ogni ora.