Normativa - Colf e badanti

Sidebar

22
Mer, Nov

"Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero". Decreto Legislativo 25 luglio 1998, n. 286 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 191 del 18 agosto 1998 - Supplemento Ordinario n. 139

SCARICA IL DECRETO o leggi il testo integrale qui di seguito.

Nel caso di assunzione di lavoratore domestico convivente di cittadinanza italiana o comunitaria, ai sensi dell’art. 2 del D.L.79/2012 (Legge sulla Semplificazione), la cessione di fabbricato non è richiesta se il datore di lavoro registra un accordo scritto di comodato ad uso gratuito presso l’Agenzia delle Entrate.

Codice di procedura civile , Libro II, Titolo IV, agg. al 23.10.2013

(ARPE - FEDERPROPRIETÀ, UPPI, CONFAPPI e FESICA-CONFASL, CONFASL FISALS, CONFSAL)

Questo contratto collettivo nazionale per le Colf e Badanti ha previsto la costituzione di un ente bilaterale, denominato l’Ebilcoba, che garantisce il pagamento al lavoratore dell’indennità di malattia, sostituendosi al datore di lavoro alleggerendolo di quest’onere.

(CGIL/CISL/UIL/Federcolf/Fidaldo/Domina)

Testo di riferimento per il lavoro domestico in Italia, frutto della contrattazione tra i sindacati FILCAMS-CGIL; FISASCAT-CISL; UILTuCS-UIL; FEDERCOLF e le associazioni dei datori di lavoro FIDALDO e DOMINA.

(UGL/Confimea/Federterziario)

Non c'è solo un contratto collettivo nazionale del lavoro domestico: il primo luglio è entrato in vigore il contratto collettivo nazionale firmato da Confimea e Federterziario per i datori di lavoro, e dal sindacato Ugl in rappresentanza dei lavoratori.

La Convenzione 189/2011 ILO "Domestic Workers Convention" in materia di lavoro domestico è entrata in vigore in Italia il 5 settembre 2013.

Il lavoratore domestico ha diritto ad un ambiente di lavoro sicuro e salubre. In mancanza di adeguamento alle norme di tutela della sicurezza dell'ambiente domestico, il datore di lavoro sarà ritenuto responsabile di eventuali incidenti sul lavoro, con possibilità di rivalsa da parte dell'Inail.

La normativa di riferimento sul lavoro domestico: Codice civile, Libro V, Titolo IV, artt. 2240-2246, agg. al 29.06.2012 (Del lavoro subordinato in particolari rapporti).

 

Regolamento recante disposizioni di attuazione dell'art. 4 della legge 8 marzo 2000, n. 53, concernente congedi per eventi e cause particolari.

Spettano al lavoratore infortunato sul lavoro o che abbia contratto una malattia professionale, le prestazioni assicurative previste dal D.P.R. n. 1124/1965.

Sulla contribuzione dovuta per i rapporti di lavoro domestico, a partire dal 1° gennaio 2013, hanno effetto alcune delle novità introdotte dalla cosidetta Riforma Fornero (Legge 28 giugno 2012, n. 92).

Legge Turco-Napolitano si propone di regolare organicamente l'intera materia dell'immigrazione dall'estero. Rispetto alla vecchia disciplina, conosciuta come legge Martelli (L. 39/1990), e alle varie disposizioni integrative e modificative del pur incompleto e frammentario quadro normativo, la nuova legge tenta di proporsi come legislazione di superamento della fase emergenziale. Tale testo è stato in seguito modificato, nel 2002, dalla legge Legge Bossi-Fini.