Posso pagare la colf con i voucher buoni lavoro? - Colf e badanti

Sidebar

02
Mar, Giu

L' esperto risponde

Posso pagare con i buoni lavoro una colf che mi aiuta qualche volta nelle faccende domestiche? Come funziona?

 

Roma - 30 ottobre 2015 - I voucher Inps, anche conosciuti come buoni lavoro, hanno subito nel tempo alcune modifiche fino ad avere oggi una disciplina organica grazie al  Dlgs n.81/2015. Anche nel lavoro domestico è possibile utilizzare questi voucher: possono essere pagate baby sitter, colf o badanti che prestino la loro assistenza occasionalmente e in maniera discontinua. 

Si tratta, nella pratica, di comodi strumenti per pagare dei lavoratori occasionali senza necessità di stipulare un contratto di assunzione e dover procedere ad effettuare le comunicazioni ai diversi uffici competenti. Nell’importo di ciascun voucher è, infatti, prevista una parte contributiva e assicurativa (Inps e Inail).

Posso facilmente essere acquistati presso gli uffici postali, le banche, i tabaccai oppure online ma devono essere attivati prima che il lavoratore inizi a lavorare contattando il Call Center dell’Inps.  Il lavoratore potrà presentarli all’incasso presso qualsiasi ufficio postale che consegnerà una somma pari al valore del buono, al netto degli oneri contributivi e assicurativi previsti.

Si noti bene che anche i contributi previdenziali versati attraverso i “buoni lavoro” possono essere dedotti dal reddito complessivo per la quota a carico del datore di lavoro e comunque per un importo non superiore a 1.549,37 euro (per le dichiarazioni presentate nel 2015).  Per tale ragione  è consigliabile conservare copia dei voucher e fare una autocertificazione attestante che le prestazioni pagate con i buoni lavoro sono state rese a favore di lavoratori domestici.

Avv. Mascia Salvatore