La tredicesima per colf e badanti - Colf e badanti

Sidebar

10
Ven, Lug

Tredicesima

La tredicesima per colf, badanti, babysitter: a Natale spetta una mensilità aggiuntiva. Ecco come calcolarla e come pagarla.

Non importa se è una colf che lavora poche ore alla settimana o una badante a servizio intero che usufruisce di vitto e alloggio. In occasione del Natale e comunque entro il mese di dicembre, spetta ad ogni collaboratore domestico una mensilità aggiuntiva pari alla retribuzione globale, comprensiva dell’eventuale indennità sostitutiva di atto e alloggio.

Insomma, la tredicesima è un mese di stipendio aggiuntivo che viene corrisposto alla colf o badante in corrispondenza delle festività natalizie, in tutto e per tutto uguale allo stipendio mensile concordato o allo stipendio mensile medio, in caso di lavoro ad ore. 

La tredicesima va corrisposta qualunque sia l’orario di lavoro prestato a servizio della famiglia: anche chi lavora poche ore alla settimana matura il diritto alla mensilità aggiuntiva.

La tredicesima mensilità va corrisposta al lavoratore nel mese di dicembre: è a discrezione del datore di lavoro se corrisponderla prima o dopo il Natale.

La tredicesima mensilità matura anche durante le assenze per malattia, infortunio sul lavoro, malattia professionale e maternità.

Chi non ha raggiunto un anno di servizio ha diritto a tanti dodicesimi di una mensilità quanti sono i mesi del rapporto di lavoro. Le frazioni di 15 giorni si calcolano come mese intero. 

Come calcolare la tredicesima per colf e badanti 

Per un lavoratore domestico in servizio da un anno o più  a stipendio fisso, il calcolo è semplice: la tredicesima è uguale ad uno stipendio pieno, comprensivo di vitto e alloggio.

Per chi è in servizio da un anno o più e percepisce lo stipendio a ore, la tredicesima deve essere calcolata ricavando uno stipendio medio mensile sulla base di quanto corrisposto settimanalmente.

Il calcolo è: stipendio settimanale x 52 settimane l'anno diviso 12 mesi = stipendio medio mensile = tredicesima

Esempio: se la colf lavora presso la famiglia due volte alla settimana, per 3 ore al giorno, con una paga oraria di €8 euro, il calcolo è il seguente: €8 euro x 3 ore x 2 volte a settimana = €48 euro x 52 settimane = €2.496 all'anno. Diviso 12 mesi = €208 euro stipendio medio mensile che corrisponde all tredicesima mensilità.

Per un domestico in servizio da meno di un anno:

il calcolo è: stipendio (comprensivo di vitto e alloggio) diviso 12 moltiplicato il numero di mesi di servizio.

Esempio:  alla badante assunta il 10° ottobre con uno stipendio fisso di 900 euro al mese, che ha prestato dunque servizio alla famiglia per 3 mesi (le frazioni di 15 giorni si calcolano come mese intero) spetteranno €900/12 x 3 mesi: €225 euro.

Esempio:  alla babysitter che lavora 6 ore ogni sabato da 4 mesi per una paga oraria di 10 euro spetteranno: €10 euro x 6 ore x 52 settimane = €3120 euro all’anno. Diviso 12 mesi = €260 euro media mensile. €260 diviso 12 mesi x 4 mesi = €86,66 euro.

 

Fonte normativa: art. 38 del Contratto del Lavoro domestico 2013 e D.P.R. n. 1070/1960

*****

CCNL UGL/Confimea/Federterziario Art. 30. La tredicesima può essere corrisposta a ratei mensili con conguaglio nel mese di dicembre in base ad accordi tra le parti.

CCNL Ebilcoba Art. 34. Spetta ai lavoratori una mensilità aggiuntiva, pari alla retribuzione globale da corrispondere in occasione del Natale.

LEGGI L'ARTICOLO IN SPAGNOLO