Colf e assistenti familiari: l'85% sono lavoratori immigrati - Colf e badanti

Sidebar

20
Mar, Ott

News

Indagine sull'assistenza familiare in Italia realizzata da UniCredit Foundation

Indagine sull'assistenza familiare in Italia realizzata da UniCredit Foundation

Roma, 3 maggio 2013 - Le collaboratrici e i collaboratori familiari sono, in Italia, la categoria piu' numerosa tra i lavoratori immigrati: sono infatti l'85% delle 893.351 persone dichiarate all'Inps al 31 dicembre 2011. La quota dei comunitari e' del 35%, quella dei non comunitari del 50%, mentre la parte residua e' di nazionalita' italiana. Gli uomini sono un sesto del totale, piu' numerosi tra gli immigrati che tra gli italiani.

E' quanto emerge dall''Indagine sull'assistenza familiare in Italia :il contributo degli immigrati', presentata a Roma, a Palazzo de Carolis, e realizzata da UniCredit Foundation  e da Agenzia Tu, la rete di UniCredit che si rivolge ai nuovi protagonisti del mercato economico e del lavoro: cittadini stranieri e lavoratori atipici.

Il provvedimento di emersione varato tra settembre e ottobre 2012, seguito a quello del 2009 (300mila domande di regolarizzazione), ha riguardato circa 100.000 domande per lavoro domestico. "Da una parte sono state registrate nuove posizioni nell'archivio degli assicurati - si legge nella ricerca- e, dall'altra, e' stata cancellata una parte di quelle precedenti perche' continua la tendenza a evadere i contributi previdenziali, specialmente in questa lunga fase di crisi. Si ritiene, percio', che il numero effettivo di questi lavoratori sia superiore, e in effetti dal Censis gia' qualche anno fa e' stato stimato pari a oltre 1 milione e mezzo di addetti".

L'indagine di UniCredit Foundation e' stata svolta nell'area del Centro Nord Italia e ha coinvolto 606 assistenti familiari immigrati, contattati dagli operatori di Agenzia Tu. Nove intervistati su 10 dichiarano di ricevere il compenso mensilmente e di giudicare benissimo o bene il comportamento delle famiglie nei propri confronti. Otto intervistati su 10 dichiarano di svolgere con piacere (abbastanza, molto, moltissimo) il servizio presso la famiglia e di riuscire a risparmiare. Sei su 10 non hanno intenzione di acquistare casa in Italia; 5 su 10 assistono un anziano (che in piu' della meta' dei casi vive da solo), tre su 10 non fruiscono di un giorno e mezzo di riposo alla settimana (previsto dal contratto collettivo nazionale del comparto).